Cushing, con ordine.

Terminologia
Malattia di Cushing: si riferisce al caso di una iperproduzione di cortisolo surrenalica sostenuta da un aumentata quantita di ACTH circolante. Tale condizione è stata individuata da Cushing in adenomi ipofisari ACTH secernenti, ma può essere sostenuta da altre neoplasi ACTH secernenti come carcinoidi o microcitomi.
Sindrome di Cushing: Consiste in una iperproduzione di cortisolo non sostenuta da un aumento dell'ACTH.
Pseudo Cushing: manifestazioni cliniche apparentemente simili al Cushing ma non sostenute da un malfunzionamento dell'asse ipotalamo ipofisi. Più frequente in alcolisti e depressi.
Cushing Subclinico o Ipercortisolismo Subclinico: Condizione asintomatica e senza segni obiettivi di rialzo del cortisolo circolante.

Epidemiologia

Patogenesi
La patogenesi dipende strettamente dal tipo di cushing che si va ad indagare e conviene affrontarla nel paragrafo diagnostica

Segni e Sintomi
  • astenia e facile affaticabilità per aumento del catabolismo proteico, osseo e cutaneo;
  • osteoporosi
  • rapido aumento di peso con obesità centripeta, particolarmente a livello di tronco e faccia ("faccia a luna piena" e "gobba di bufalo");
  • Perdita della libido, impotenza, frigidità;
  • ipertensione;
  • amenorrea, dismenorrea ed irsutismo nella donna;
  • iperglicemia, diabete mellito tipo II e intolleranza al glucosio;
  • problemi psicologici (depressione, psicosi, nervosismo ed irritabilità);
  • problemi cutanei con aree di atrofia e strie rosso-violacee tipiche sui fianchi sull'addome e sugli arti inferiori (teleangectasie),seborrea;
  • dolori ossei ed articolari;
  • allungamento del tempo di cicatrizzazione e tendenza alle infezioni.

Diagnostica

Terapia
Ketoconazolo
Aminoglutetimide
Chirurgia
Neurochirurgia